SANREMO. COME STA AFFRONTANDO IL “CORONAVIRUS”

(Maria Grazia Regis Responsabile della Comunicazione Nazionale di RP)

L’Italia intera è davanti a una grande prova che va ben oltre una semplice influenza. Regioni, piccoli e grandi comuni tengono a cuore il loro territorio e lo gridano, urlano a voce alta, si affacciano continuamente in tutti i settori della comunicazione per allertare al massimo i cittadini e al loro comportamento che nonostante tutto, molti ancora non hanno preso coscienza.

Il Comune di Sanremo non ha disatteso il suo impegno nei confronti della città il Sindaco Biancheri, segue di ora in ora tutto quello che avviene attraverso la protezione Civile, gli Ospedali, CRI, volontari e forze dell’Ordine.  Senza sottovalutare tutte le realtà lavorative che sono attive e lavorano per la città: come il personale dell’RT, supemercati, mercato e negozi alimentari,  … Ieri 13 marzo in tutte le vie della cittadina una macchina con megafono allertava la popolazione a non uscire, a non creare assembramento, multa a chi si stringeva le mani, a chi andava in bici, reguardire persone che erano troppo vicino. Severità per proteggere e proteggersi.

Una città che non vuole e non deve piegarsi, attenersi a delle regole significa tutelare Sanremo, la sua incolumità dipende da noi.

La prima persona a morire di COVID-19 è avvenuta il 6 marzo 2020 (76 anni). Residente nella Città dei Fiori ricoverato all’Ospedale reparto Malattie  Infettive. Ospedale punto di riferimento dell’Imperiese.

8 marzo 2020. Chiudono i due simboli importanti: il Casinò di Sanremo e l’Ariston.

12 marzo 2020. Il Comune di Sanremo chiude parchi, mercati e cimiteri. Funerali solo con parenti stretti. Mercato Annonario solo generi alimentari.

Il Comune di Sanremo acquista 300 confezioni di disinfettante per le mani con i dispenser per gli uffici.

Covid-19 tutti i Sindaci unanimi nel dire <<Vacanzieri State nelle Case>>.

Il Consorzio Taxi di Sanremo dona una somma all’Ospedale Borea. Servirà all’acquisto di mascherine necessarie a tutto l’ospedale.

12 marzo 2020. Due medici dell’Ospedale Borea di Sanremo positivi al test del Coronavirus al momento ricoverati nel reparto malattie infettive.

Nicola Lanteri, lavoratore nel mondo finanziario ha donato al reparto di rianimazione dell’Ospedale Borea di Sanremo, un respiratore manuale per le terapie intensive.

La storica <<Veleria Zaoli>>  di Sanremo ha accolto la richiesta dell’Asl imperiese e produce le prime mascherine. Destinate al pubblico, operatori sanitari e ospedali della provincia.

15 marzo 2020. E’ stata installata a cura dei volontari di Area Emergenza della CRI di Sanremo la tenda pneumatica che servirà quale punto di svestizione degli equipaggi che svolgono interventi su pazienti affetti da COVID-19.

Situazione del Coronavirus aggiornato a due giorni fa:

Sono 326 i casi positivi di Coronavirus in Liguria, 65 in più rispetto al due giorni fa, di questi i pazienti ospedalizzati sono 170, mentre 156 sono in isolamento al proprio domicilio. Sono 1.289 i casi di sorveglianza attiva su tutto il territorio ligure. Diciannove i pazienti morti con il COVID-19.

CORONAVIRUS SANREMO, istituisce il numero in aiuto agli anziani soli: 0184 580522.

(Ufficio Stampa Maria Grazia Regis)