Realtà Popolare dalla parte degli animali :riflessioni di Patrizia D’Elia Palmieri

Di Patrizia D’Elia Palmieri

Stasera,mi sono messa a pensare alla politica e a tutte le sue potenzialità che ogni giorno vediamo sprecate. Premetto che io, fino a pochi mesi or sono, ritenendo- come diceva Papà mio- che chi non aveva un mestiere si metteva in politica, mi sono ben guardata da dedicarle le mie riflessioni. Polis…in greco la città e per essa chi la governa.
Ebbene, fare politica è senz’altro un fatto complicato, anche perché, se si sbaglia,non si sbaglia solo per sé, ma per tutta la comunità che si aspetta giustamente che chi entra in politica parli per lei e faccia rigorosamente il suo interesse,NON IL PROPRIO.
E allora ho pensato. Se io mi interessassi, con estrema umiltà, di politica, lo farei avendo già il mio mestiere, che mi ha dato tanto e tanti motivi di soddisfazione. E allora,lo farei non per servire,( termine che non mi piace) ma per essere di ausilio e di supporto a chi crede in me. Con questo atteggiamento, ho( le vie del Signore sono infinite) conosciuto un movimento di brava gente ” REALTÀ POPOLARE “, il cui Presidente è una persona che Totò definirebbe ” un galantuomo”!
E mi sono convinta a farvi parte a due condizioni: rappresentare Milano, città al principio non amata ma che,col tempo,ho imparato a conoscere e a rispettare, non senza un certo affetto, e che mi ha dato tanto.
E… essere la rappresentante del Movimento ” REALTÀ POPOLARE ” per la tutela degli animali e dell’ambiente per tutta l’Italia.
E come farò? Ma, ascoltando la gente, fermandomi a capire quali sono i suoi bisogni più impellenti che DEVONO essere vagliati e,ove possibile, accontentati. Senza inganno, ma con la lealtà e la lucidità di una che ha fatto il suo percorso, che vive del suo lavoro e non ha necessità di frugare nelle tasche altrui,né di illudere chi ha il diritto di essere rispettato.
Per gli animali, mi aspetterò da tutte le regioni un aiutino, qualcuno che- come volontario- abbia i miei stessi intenti,e cioè di difendere chi non ha voce. Sarò presente per sciogliere i tanti dubbi e le tante contrarietà che chi ama attivamente gli animali si vede costretta quotidianamente a dover mandar giù. E anche per il resto…sarà lo stesso.
Troppi i problemi di questa nazione.Problemi che i politici non intendono risolvere, ma ai cittadini importano e così, come andiamo ora, non si può andare avanti.
Io prenderò gli insegnamenti dal Presidente di ” REALTÀ POPOLARE ” quel galantuomo di Pasquale Buffardi, anche lui arrivato un giorno dalla Campania e anche lui dotato di profonda onestà intellettuale e di onestà vera e propria, quella in cui adesso hanno bisogno di credere i cittadini.
Chi mi conosce sa che non è facile né salutare il fermarmi mentre sto lavorando in qualcosa in cui credo, che sia l’aumento dei nidi e degli asili, la scelta di personale che faccia veramente il bene dei nostri bambini, che sia capace di imperniare la loro istruzione sul rispetto per gli altri, comprese tutte le creature viventi,in questo mondo che,oggi,sta andando a rotoli. E poi, che dia loro il piacere del sapere,la gioia della conoscenza. E poi ancora..i nostri anziani che- secondo me- non devono morire per alleggerire gli oneri statali o,peggio, europei, ma che non possiamo permettere che vivano gli ultimi anni male,poveri e spesso in mano a case di riposo o badanti che li maltrattano e li umiliano.E poi, ancora e ancora c’era e c’e’ da fare. Sarò lieta di spiegare i programmi del Movimento a chi avrà l’interesse di chiedermelo.
Io non mi giro dall’altra parte se vedo iniquità, io non mi fermo né mi impaurisco. E non cerco facile denaro o protagonismi.
Ho pensato di dividere con chi mi conosce questi miei pensieri della sera del 22 giugno,giorno che per noi animalisti è il seguito della nefanda e criminale festa di Yulin,che provoca un male immenso agli innocenti.