La storia di Realtà Popolare con il suo presidente Pasquale Buffardi

Pasquale Buffardi

Un Partito Politico nasce sempre dalla volontà, esperienza, spirito di sacrificio, con persone che attraverso di essa materializzano il proprio pensiero ideologico non negoziabile, un sentiero percorribile da coloro che credono nel cambiamento positivo. Persone che si mettono al servizio di tutti, rischiando in parte anche la loro immagine pur di ottenere attraverso i propri sacrifici, obiettivi realizzabili da un unico credo. Il Presidente Nazionale Pasquale Buffardi e la nascita di “Realtà Popolare.”

La politica è stata la sua passione fin dall’adolescenza, giovanissimo ma con le idee chiare, iniziano dal primo avvicinamento alla destra sociale, per poi giungere negli anni verso posizioni moderate del centro, avvicinandosi alla democrazia Cristiana con Andreotti, Pomicino, De Mita, Baruffi … Luigi Baruffi è stato ex Segretario Nazionale Organizzativo della DC uno dei suoi “Mentori” politici più rappresentativi, ha imparato la politica di “sacrestia.” Un gergo associato alla politica studiata e sviluppata nei circoli, che sono le fucine della creatività e della forgiatura politica. Pasquale Buffardi mette in campo tutta la sua conoscenza e diventa Cofondatore del Movimento politico di Realtà Popolare nonché Presidente Nazionale. Il Presidente Nazionale Pasquale Buffardi traccia delle linee importanti che definisce insostituibili.

  • Realtà Popolare nasce come nuovo Movimento Politico emergente italiano, inserendosi nella forma e nei contenuti, nell’ampio spettro dei movimenti di ispirazione cattolico cristiana. La sua formazione culturale e professionale, rende ancor più facile la sua collocazione morale e sociale in un contesto che ne esalta le caratteristiche umane per esprimere e tracciare una nuova linea guida, che favorisca una svolta concreta e sicura nello scenario della Politica italiana, e più precisamente vuol favorire filo diretto di apertura e collaborazione tra stato e amministrazioni locali, tra Comuni e cittadini, per rigenerare quel tessuto di incontro e testimonianza, che ci rende attivi e trasparenti sul territorio.
  • Realtà Popolare ha così deciso di farsi promotore abbracciando e condividendo un’importante apertura democratica e di italianità, che contraddistingue da sempre, gli ultimi grandi cambiamenti storici del nostro Paese. Il nostro partito è un Movimento associativo e di partecipazione politica attiva, con l’obiettivo unico di migliorarsi e ampliarsi, dando a chiunque la possibilità di condividere questo programma. Con la nostra politica dobbiamo cogliere l’appello, l’invito, il messaggio che ci arriva dalla gente e invertire questa tendenza di una politica sciagurata che negli ultimi anni ha portato il nostro Paese sull’orlo del baratro.
  • Dare soprattutto risposte sul territorio sia a livello locale che Nazionale. Dobbiamo riavviare i processi virtuosi di crescita e di sviluppo. L’ormai modifica del quadro strutturale dell’economia si riflette sempre con più drammaticità sulla struttura sociale: il 22% delle famiglie vive con meno di 1000 euro al mese, oltre il 27% ha problemi con spese mediche, il 16% gli alimenti, il 33% non arriva a fine mese e senza andare oltre in quanto i problemi li conosciamo tutti quelli che sono.
  • Realtà Popolare si impegna di dare delle risposte innovative e concrete al Paese. I punti programmatici sui quali convergerà il nostro modus operandi politico: sicurezza, giustizia, lavoro, immigrazione. Il Sociale abbiamo posto in essere già alcune iniziative, portando ad esempio, lo sportello al cittadino e la banca dati lavoro, mentre sono già allo studio ed in fase di perfezionamento ricette programmatiche che riguardano le giovani coppie, le famiglie monoreddito ed il sostegno alla scuola. Sicurezza esiste un pool di addetti ai lavori che sta studiando le varie soluzioni, che potrebbero aiutare a risolvere quello che sta diventando uno dei massimi problemi del nostro Paese. Giustizia altro argomento di fondamentale importanza del quale si sta interessando il Dipartimento Giustizia. Immigrazione e soprattutto il mondo delle micro imprese e artigiani, settore che per questa crisi sta soffrendo e continua nonostante i rattoppi dello stato a non finire mai. Miriamo a partorire soluzioni atte ad una politica che riesca a ridare slancio a questi settori. Lo stiamo facendo avvalendoci della collaborazione diretta di alcune associazioni di valenza regionale e nazionale delle succitate categorie.
  • In questi ultimi tempi ci stiamo interfacciando con diverse realtà politiche del nostro paese. La loro attenzione nei confronti di Realtà Popolare è di massimo interesse, in quanto hanno raccolto nel nostro partito la bontà delle proposte, che potrebbero servire a dare una risposta concreta alla soluzione del mal di vivere del nostro Paese.

Realtà Popolare è scesa in campo politicamente in alcune realtà locali cogliendo risultati più che positivi, con poche risorse finanziarie e umane come per esempio in Umbria. Buona volontà e capacità di chi dedica il suo tempo agli ideali che il nostro Movimento impone, apertura e collaborazione tra Stato, Amministrazioni locali e tra Comuni. Il cittadino è il soggetto su cui deve ruotare il concetto morale e sociale di tutta la politica.

Realtà Popolare. L’anima di un partito che ha il dovere di camminare fianco a fianco, senza calpestare, senza prevaricare l’onestà di chi crede nell’attuazione di un programma politico non ambizioso, “vero” perché l’Italia ha bisogno di persone in cui credono in quello che fanno con onestà e voglia di rapportarsi senza tirarsi indietro. Il coraggio di cercare risposte nel marasma umano in cui le poltrone sono il simbolo politico, schiacciando con prepotenza il valore autentico del cittadino.