Interessante riflessione di Fiorella Virgilio responsabile del dipartimento cultura ed eventi di Roma Capitale e della Regione Lazio

La cultura nella vita sospesa che ritroveremo

E la gente rimase a casa
E lesse libri e ascoltò
E si riposo’ e fece esercizi
E fece arte e giocò
E imparò nuovi modi di essere
E si fermò
E ascoltò più in profondità…

– Kathleen O’Meara

Causa COVID-19, il mondo sta attraversando un momento difficile.
Le regole del Decreto #iorestoacasa ci impongono il distacco sociale che esige la nostra risposta positiva a trovare la forza per adattarci all’attuale situazione.
In tutto questo la Cultura può aiutarci a delineare i tratti di un mondo sospeso che ritroveremo, con rinnovato vigore e più profonda consapevolezza.
Importante è beneficiare del potere terapeutico della Lettura e dell’Arte, stimoli ad una vita sana e creativa che apporti notevoli miglioramenti sul nostro affrontare l’attuale isolamento sociale.
Notevoli sono i benefici dell’Art Therapy, per contrastare il decadimento delle attività cognitive.
La Cultura è la chiave per una vita sana e creativa che amplia, con infiniti spazi, la visuale della nostra immaginazione.
Leggiamo, leggiamo tanto, emozioniamoci, lasciamoci trasportare dalle parole e avventuriamoci, con lo smartphone, nei saloni dei Musei, in un virtual tour.
Colmiamo gli spazi vuoti dell’ attuale quotidianità con la cultura.. Il senso di fragilità, indotto dalla solitudine, ci aiuterà a colorare di colori più belli il nostro futuro.