“ATREJU” 2019 NON E’ UNA FESTA DI PARTITO.


Roma. Isola Tiberina “Atreju” 2019. Tre giornate dedicate interamente alla politica, forse noiose per molti che sono a casa e che non possono comprendere il significato di queste tre giornate intense. Nulla andrà perduto, la ricchezza sta nel dialogare, ascoltare e noi di Realtà Popolare presenti come ospiti, ma nello stesso tempo protagonisti nel dibattito e nel confronto.

Dirigenti di Realtà Popolare da sinistra: Ernesto Fumagalli (Lombardia), Avv. Patrizia D’Elia (Lombardia), Maria Grazia Regis Portavoce Nazionale, Presidente Nazionale Pasquale Buffardi, Mariam Cristine Scandroglio (Campania), Avv. Tiziana Roma (Roma), Antonio Francione (Campania), Romano Giovanna (Benevento), Latella Michele (Benevento), Fabiola Bruzzese (Marche) Alfio Occhiuzzo (Cosenza)…la foto è scattata da Fiorella Virgilio.

Atreju diventa nel cuore di Roma uno slogan di protagonismo generazionale. Come il protagonista de “La storia infinita” anche l’evento che porta il suo nome vuole incarnare l’esempio di un giovane impegnato nel confronto quotidiano contro le forze del Nulla, contro un nemico che logora la fantasia della gioventù, ne consuma le energie, lo spoglia di valori ed ideali, sino ad appiattirne le esistenze.

(Giorgia Meloni con Maria grazia Regis)

Atreju  organizzata da Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, non è una festa di partito, anche se gli incontri si incentrano con i volti noti della politica: il Presidente del Consiglio Conte bacchettato da Viktor Orban: “No a ridistribuzione, sì a rimpatri. In Italia il governo si è separato dal popolo…”. Ci sono attimi di tensione quando Conte parla: “Ok tasse su merendine e voli…” la platea invoca “Elezioni”. Giorgia Meloni non si tira indietro e attacca Sassoli definendolo un nemico degli italiani.

(Matteo Salvini intervistato da Fontana Direttore del Corriere della Sera)

Matteo Salvini il primo ospite di Atreju intervistato dal Direttore del Corriere della sera Fontana, il suo è un linguaggio che arriva alla pancia di tutti coloro che sanno quanto è importante sentire una voce vera fuori dagli schemi preconfezionati;  non è pentito di avere lasciato il suo ministero, si aspettava che in un paese democratico si andasse al voto. Toti insieme alla delegazione Ligure di Fratelli d’Italia ha  parlato di infrastrutture e Turismo, Tajani, Del Rio… Attimi di tristezza nel sentire i racconti con le testimonianze dei protagonisti di Bibbiano “Angeli e Demoni” con il giornalista Giordano, Alessandro Meluzzi Criminologo e il neuropsichiatra l’ex Ministro Antonio Guidi.

(Maria Grazia Regis RP, Ernesto Fumagalli RP, il Presidente Nazionale di Realtà Popolare Pasquale Buffardi, l’ex Ministro Antonio Guidi)

Tanti laboratori con i politici di tutte le Regioni di Italia con i vari settori: dall’Agricoltura, micro e grande impresa, l’alimentazione, ambiente, sicurezza, sanità, scuola, immigrazione incontrollata, criminalità… Realtà Popolare ha avuto modo di buttare giù proposte importanti che saranno sviluppate attraverso i nostri Dirigenti, insieme a forze che appoggiano l’ideologia di un centro destra che lavora per il paese.

(Giorgia Meloni FDI con la Dirigente di RP Fiorella Virgilio)

Giorgia Meloni chiude Atreju, ne esce come sempre una donna leader e convincente, sventola i sondaggi e in barba a tutti coloro a partire dalla comunicazione prezzolata che dava Atreju come un evento di poco conto, poco ascoltato, ha fatto il pieno di consensi. Ringrazia tutto l’associazionismo politico, i partiti di Centro Destra Nazionali che la stanno aiutando a raggiungere il suo 10%. Chiude con una battuta: “Mandiamo una cartolina a questi esperti di politica strappati alla cartomanzia”.

Realtà Popolare ringrazia tutti i Dirigenti d’Italia che sono stati presenti ad Atreju, senza dimenticare l’altra fetta importante del nostro Movimento Politico che per ragioni proprie anche se non era presente a seguito on-line gli incontri dei laboratori politici,  intervenendo in teleconferenza.

Amate la politica, usate le vostre energie, lavorate per il bene comune e usate l’onestà politica. Buttate i semi oggi per poter raccogliere e dare un senso alla vostra generazione. I giovani sono i veri padroni della terra, tutori del nostro tempo e delle risorse.

(Ufficio Stampa Maria Grazia Regis)

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: