OLOCAUSTO DI BAMBINI NELLA REGIONE PIU’ ROSSA D’ITALIA. REGGIO EMILIA.


Reggio Emilia (Bibbiano). Stiamo assistendo ad un vero e proprio abuso dell’informazione di comunicazione soprattutto televisiva. Notizie gravi che hanno messo in ginocchio famiglie distrutte e abusate da quei poteri, alla quale si è impotenti e che purtroppo i media danno spazio ad inchieste o addirittura a notizie desuete e ripetitive, alle volte che peccano di superficialità.

Domandiamoci perché non è stata fatta una corretta inchiesta televisiva, di quelle che ti aprono le menti e mettono in condizione il cittadino di cosa stia avvenendo non soltanto a Bibbiano, ma forse anche su tutto il territorio Nazionale.

(Assistente Sociale Federica Aghinolfi della Val D’Enza implicata che fece allontanare Anna Giulia Camparini dalla famiglia, con false accuse)

Una vicenda di bambini sottratti illegalmente ai genitori e dati in adozione a pagamento utilizzando metodi illegali. Sei arresti e al momento 27 indagati. Si lucra sulla miseria e sulle vite dei bambini, anche questo un business senza ritorno se non ci fossero state le intercettazioni telefoniche, ma soprattutto quelle ambientali e le indagini che hanno portato all’arresto le persone chiave dell’inchiesta. Federica Aghinolfi dirigente dei servizi sociali dell’Unione dei Comuni della Val D’Enza considerata dagli inquirenti figura “chiave” dell’inchiesta. L’assistente sociale Francesco Monopoli entrambi agli arresti domiciliari e accusati di aver praticato il “lavaggio del cervello” ai bambini coinvolti attraverso metodologie. Noi di Realtà Popolare siamo sconvolti da quello che sta accadendo, pene che andrebbero riviste. Andrea Carletti Sindaco di Bibbiano. Il famoso psicoterapeuta ben radicato nel sistema socio-sanitario pubblico Claudio Foti … La lista è lunga, persone raccapriccianti che hanno teso trappole incontrollabili dal sistema giudiziario del tribunale dei minori.

 

(Andrea Carletti Sindaco di Bibbiano)

Ma se anche il sistema dei Servizi sociali era distorto da queste persone poniamoci delle domande:

I Giudici del Tribunale dei minori dove erano?

Che hanno fatto?

Come hanno svolto il loro lavoro?

Sono davvero tanti i bambini che hanno vissuto e stanno vivendo a causa di questi allontanamenti forzati e immotivati e che saranno ben peggiori allorché, una volta cresciuti, scopriranno di essere stati le pedine di un intreccio di interessi che nulla avevano a che vedere con il loro benessere: a chi andranno a chiedere conto se non al tribunale che li ha resi orfani pur avendo genitori amorevoli?

Galera, altro che domiciliari, hanno ucciso i bambini nella loro interezza rendendoli fragili e insicuri, hanno bruciato la loro identità, hanno sottratto alle famiglie il bene primario: i “Figli”. Angeli in mano a dei Demoni.

(Roma. Sono giorni che questa madre davanti al Parlamento reclama il bambino sottratto illegalmente. Giornali e tv tacciono)

(Ufficio Stampa Maria Grazia Regis)

 

 

 

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: