LO STUDIO DI SETTORE COLPISCE RISTORANTE A SANREMO


 

Uno dei ristoranti fiore all ‘occhiello della città Sanremo è stato colpito se così si può dire alla fine dell’anno dagli agenti dell’Ufficio dell’Entrate. Gli agenti sono entrati nel locale, i ristoratori non erano subito allarmati in quanto l’anno passato l’ho hanno denunciato come segno negativo, mentre loro ribadivano con parole nette e schiettezza avida che il 2017 è stato un anno di gran reddito per tutti, dunque a sentir loro nessuna crisi. Hanno tirato fuori i loro fogli e conteggiato a modo loro tutto quello che secondo l’ottica di visione guadagno, per loro mancavano all’appello, dunque tasse non pagate: multa di €160.000. Una cifra davvero esagerata per chi come loro da 30 anni circa sul territorio, accontentano la loro clientela con il pane, grissini, focaccette, pasta fatta in casa, marmellate, miele, vino … I titolari coppia nella vita e nel lavoro amano svolgere la loro attività con attenzione minuziosa in ogni particolare, tanto da qualificarsi con le stelle in ottima posizione. Ma la crisi non fa sconti a nessuno e così l’Ufficio dell’Entrate colpisce alle spalle degli imprenditori italiani. L’abolizione di settore non viene affatto eliminata come si diceva anzi rinviata di almeno un anno. Questo è quello che il Governo e l’amministrazione finanziaria, si accingono a fare con un emendamento alla manovra di bilancio fiscale (Isa), chiamati a sostituire dal prossimo anno gli studi di settore per oltre un milione di partite Iva, l’agenzia dell’Entrate e il ministero dell’Economia hanno già pronto il correttivo al Ddl di bilancio all’esame della Camera con cui rinviare di un anno l’operazione. Al momento, infatti, sarebbe troppo complicato gestire contemporaneamente le nuove 70 pagelle fiscali e i restanti studi di settore per gli altri 2-2,5 milioni di imprese, artigiani, commercianti e professionisti.

(Maria Grazia Regis)

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: